Intervista a Maria Grazia Cericola @mariagraziacericola

Mamma ai fornelli rapita da un principe azzurro …. ma sarà mai vero che l’amore è scoppiato in cucina ? curiosi vero ? allora andiamo a scoprirlo con questa bella intervista concessaci da Maria Grazia cosi la conosceremo un pò meglio

D: Grazie Maria Grazia per aver accettato il nostro invito, veniamo subito al dunque con la prima domanda, Pugliese di origine appassionato di cucina  Parlaci un po’ di te
R: Sono Maria Grazia, ho quattro figlie che sono le mie fan più accanite e nel tempo libero mi diverto ai fornelli. In poche parole, sono “una mamma ai fornelli’
D: Sul tuo sito si legge che hai scoperto la cucina tramite un fantomatico principe azzurro ma chi è ?
R: Sì, è vero! È proprio grazie a mio marito, che mi supporta e mi sopporta da più di trent’anni, che ho scoperto la mia passione per la cucina.
D: dicci come hai scelto il tuo profilo su Instagram
R: Se devo essere sincera, hanno fatto tutto le mie figlie, che oramai tutti conoscono come ‘le mie paperine’. Qualche anno fa hanno preso il mio cellulare e mi hanno creato un profilo su Instagram. Sai cosa mi hanno detto? “Ecco mamma, da oggi puoi fotografare tutte le delizie che ci prepari ogni giorno e puoi condividerle su questo social!” All’inizio ero spaventata, lo confesso, ma nel giro di pochissimo tempo mi sono resa conto che mi piaceva, e mi piace ancora tantissimo
D: Se hai avuto eventi, collaborazioni importanti parlaci delle esperienze che ti sono rimaste nel cuore, quelle che in qualche modo ti hanno lasciato un segno.
R: Nel mio percorso su Instagram ho avuto tantissime collaborazioni, tutte molto interessanti, e ognuna di esse mi ha lasciato un ottimo ricordo. Sono stata invitata a colazioni social, a blog tour, a social dinner e a tutti i brunch organizzati da Sonia Peronaci nella sua factory. Proprio in queste occasioni ho potuto conoscere persone che sono diventate amiche non solo virtuali, ma anche nella vita reale. Da qualche mese preparo le mie ricette anche a Telenorba e confesso che cucinare davanti alle telecamere, in diretta, è una sensazione davvero stupenda
D: La passione per il cibo e la cucina da dove viene?
R: Appena sposata, ho iniziato a cucinare per necessità, ma con il tempo è diventata una vera passione.
D: Quindi l’amore è stato galeotto
R: si molto
D: Oggi si parla molto di ricette di cucina, ma poco di prodotti e di produttori, quelli che ancora oggi a grande fatica realizzano prodotti seguendo le antiche tradizioni. Pensi che bisognerebbe dare più risalto? E cosa proporresti?
R: Penso che si dovrebbe dedicare una maggiore attenzione ai prodotti genuini e tradizionali, e soprattutto ai piccoli produttori. Proporrei una valorizzazione dei prodotti, degli incentivi per le coltivazioni e degli eventi per promuovere i prodotti della tradizione
D: Passione per la cucina e per le cose buone, da dove arrivano?
R: Da sempre attenta alla stagionalità dei prodotti e alla genuinità dei piatti preparati, ho sviluppato una vera e propria passione per le ricette semplici e veloci, facili da preparare e buone da gustare.
D: In famiglia cosa pensano di questa tua passione e del successo che ti sta regalando?
R: In famiglia sono molto entusiasti di questa mia passione, soprattutto perché, poi, possono assaggiare tutto. Sia mio marito che le mie figlie mi supportano e mi spronano a mettermi sempre in gioco.
D: Si parla tanto di dieta mediterranea, ma pensi che veramente che questa sia conosciuta?
R: Forse si generalizza un po’, ma credo che sia abbastanza conosciuta, anche se forse non sempre seguita correttamente
D: Della tua terra qual è il piatto che più preferisci realizzare?
R: Delle mia terra adoro le orecchiette, un delizioso formato di pasta fresca che si presta ad ogni tipo di condimento e che mangerei tutti i giorni. Come resistere ad un piatto di orecchiette con le cime di rapa con aglio, olio, peperoncino e acciughine? Impossibile!
D: Hai uno chef e o cuoco di riferimento?
R: Da sempre mi sono ispirata a Sonia Peronaci, una grande cuoca e soprattutto una grande donna. La stima è aumentata maggiormente dopo averla conosciuta di persona e averla frequentate. La gioia più grande? Cucinare con lei.
D: Mamma ai fornelli per le tue figlie quali sono i piatti che preferisci preparare ?
R: Piatti semplici, ma belli da portare in tavola, perché penso che, soprattutto in cucina, anche l’occhio vuole la sua parte. Nella mia cucina non mancano mai ciambelle e muffin, o comunque dolci per la colazione. Da un po’ mi diletto anche a preparare pizze e pane con il mio lievito madre.
D: Ma le tue figlie ti seguono su Instagram?
R: Sì, le mie figlie mi seguono su Instagram, così come i loro amici. E questo mi riempie di gioia!
D:
di sicuro grazie al tuo profilo hai conosciuto tante persone
R: Da quando sono su Instagram ho avuto la fortuna di conoscere tantissime persone, sia virtualmente che fisicamente, e sono nati dei consolidati rapporti di amicizia.
D: Tanti uomini in cucina ma poche donne pensi che sia la rivincita dei maschi a prendere il sopravvento nel mondo della cucina?
R: È vero, ultimamente i maschi spopolano sul web e ne ho conosciuti tanti davvero bravissimi. Credo che ormai uomini e donne in cucina vadano di pari passo.
D: Hai molti follower che ti seguono. Ti senti responsabile per quello che posti sia sui social che sul tuo blog?
R: Premesso che seguo sempre il mio istinto per le mie ricette e per i contenuti che pubblico sui miei social, è ovvio che mi senta responsabile.
D: Incontreresti i tuoi follower in una serata tutta dedicata alla tua cucina ?
R: Magari! Mi piacerebbe tantissimo!
D: Cosa proporresti ?
R: Proporrei uno showcooking interattivo con la partecipazione in prima persona di tutti e con degustazione finale, sarebbe un sogno che si realizza
D: Molti giovani vorrebbero intraprendere la professione di cuoco o di chef, tu cosa consiglieresti a loro?
R: Di studiare e di inseguire le loro ambizioni. Nessun sogno è destinato a rimanere sul fondo di un cassetto.
D: Il piatto che proprio non riesci a fare?
R: Se posso evito di cucinare piatti con i salumi
D: Quello del cuore?
R: Sbriciolata alla nutella, senza alcun dubbio.
D: Della tua Puglia cosa porti nei piatti che proponi?
R: Tutto ciò che riesco! Profumi, colori, sapori.

Grazie Maria Grazia sicuramente questa intervista ci ha permesso di conoscerti un pò meglio è chissà se insieme a noi non riuscirai a realizzare il tuo sogno quello d’incontrare i tuoi follower. Di sicuro ora chi leggera questa intervista avrà avuto modo di avvicinarsi a te oltre che come food blogger anche come mamma ai fornelli. Ha proposito un saluto alle tue figlie ed anche uno al principe azzurro





3 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *