Gabriella Gasparini

Intervista alla food blogger @gabriellagasparinireal

Di certo su istagram spopola con i suoi 22,4 mila follower noi che la seguiamo un pò intimoriti dai suoi numeri e dai suoi successi ci chiedevamo se una intervista c’è l’ha concedeva. Ma solo due messaggi è abbiamo conosciuto una donna fantastica, socievole disponibile ma sopratutto simpaticissima e grande appassionata di cucina, d’altronde quello che passa in rete è la pura verità. Quindi immergiamoci in questa bellissima intervista che ci ha concesso per conoscere non la food blogger famosa ma puramente …….. Gabriella Gasparini

D: Tanti scelgono il nome del profilo diverso, tu invece hai scelto il tuo nome è cognome come mai questa scelta ?
R: Ho deciso di scegliere il mio nome perché è quello che mi rappresenta sono io.
D: Libri, eventi, collaborazioni importanti parlaci delle esperienze che ti sono rimaste nel cuore quelle che in qualche modo ti hanno lasciato un segno ?
R: La prima è stata amore a prima vista ovvero La Prova del Cuoco è quella che poi mi ha portato da Benedetta Parodi ai Menù ed essere scelta come figurante nella sua trasmissione. Nel tempio della cucina italiana ho imparato molto sul campo , i tempi televisi della diretta, il dover aver tutto organizzato ,i passaggi di una ricetta che in televisione non sono semplici, bisogna averli chiari in mente.
D: La passione per il cibo è la cucina da dove viene ?
R: Dalla mia nonna, mi divertivo molto da piccola con lei in cucina
D: Oggi si parla molto di cucina tanto in televisione che sul web cosa ne pensi di questa moda ?
R: Che al di là della moda, la cucina è convivialità, tradizione. Se ci pensiamo bene tra i bisogni primari dell’uomo c’è quello di nutrirsi per cui la cucina ha origini antiche e primordiali.
D: Sul tuo blog abbiamo visto un articolo che mette in risalto la salvaguardia delle ricette della tradizione, come ben sai anche noi portiamo questo progetto inerente alla grande tradizione della nostra Regione conosci ho hai mai realizzato una ricetta Campana? Se si quale’
R: Si ho provato a fare il casatiello, il ciambellone salato con salumi e formaggi. La vostra regione vanta delle tradizioni culinarie antiche e molto ricche ,avete molti prodotti Dop eccellenti e c’è solo l’imbarazzo della scelta, ricco di prelibatezze uniche al mondo.
D: Oggi si parla molto di ricette cucina ma poco di prodotti e di produttori, quelli che ancora oggi a grande fatica realizzano prodotti seguendo le antiche tradizioni pensi che bisognerebbe dare più risalto? E cosa proporresti?
R: Concordo con voi, di solito si parla solo della ricetta ma ricordiamoci che per avere un buon piatto occorre usare prodotti di qualità. Penso che oltre alla ricetta bisognerebbe soffermarci sul prodotto, su come nasce, come si produce e parlare del territorio perché alcuni prodotti se nascono in certe regioni italiane ci sarà un perché, non hanno tutti lo stesso clima e sapore.
D: Passione per la cucina e per le cose buone, da dove arrivano ?
R: Io uso sempre prodotti a km0 della mia terra, per fare invece ricette regionali mi avvalgo dei produttori di quella zona.Amo il mio paese e penso che dovremmo parlare di più dei nostri prodotti che sono unici al mondo ma che tutti cercano di imitare.
D: In famiglia cosa pensano di questa tua passione e del successo che ti sta regalando ?
R: In famiglia tutti amano la  cucina per cui è una passione di famiglia.
D: Si parla tanto di dieta mediterranea, ma pensi che veramente che questa sia conosciuta ?
R: Molti sentono parlare della dieta che è riconosciuta come patrimonio dell’Unesco ma secondo me molti non la applicano alla regola.
D: Hai uno chef e o cuoco di riferimento ?
R: In Italia ne ho due : Massimo Bottura che è della mia città e Antonino Cannavaciuolo.
D: Fra le tue foto tanti personaggi più o meno noti, chi ti ha colpito realmente?
R: Mike Bongiorno ,ho avuto la fortuna di conoscerlo alla Ruota della Fortuna, un grande professionista ,ti faceva sentire a tuo agio e ti sentivi in sintonia con lui.
D: Ci racconti di qualche aneddoto simpatiche che ti sia capitato in questi anni di militanza sul web
R: Un aneddoto è quello legato alla dicitura dell’olio evo ( extra vergine di oliva). Una signora mi ha scritto dicendomi che non riusciva a trovare la marca evo del prodotto e se poteva utilizzare un altro olio. Oppure con la dicitura q.b. ( quanto basta) la stessa identica cosa.
D: Tanti uomini in cucina ma poche donne pensi che sia la rivincita dei maschi a prendere il sopravvento nel mondo della cucina ?
R: No, non la penso così , penso che una volta la donna era considerata la regina del focolare perché stava a casa, ora che anche la donna ha la sua autonomia lavorativa, è spesso fuori casa,  molti uomini si sono avvicinati alla cucina.E dove non ci fosse la donna in casa qualcuno deve pur cucinare. E la cucina è convivialità, amore per il buon cibo .
D: Hai molti follower che ti seguono ti senti responsabile per quello che posti sia sui social che sul tuo blog ?
R: Direi  proprio di si, cercare di fare dei contenuti di qualità lo è, eccome.
D: Carne, pesce verdura quali di questi elementi preferisci ?
R: Guarda io tutti e tre ma mi piace consumare anche molto la frutta.
D: Ti piacerebbe poter incontrare i tuoi follower per una serata all’insegna della condivisione ?
R: Si sarebbe un’esperienza unica.
D: Molti giovani vorrebbero intraprendere la professione di cuochi o di che tu cosa consiglieresti a loro ?
R: Se è quello che desiderano : fare l’istituto alberghiero, di studiare e di fare tanta pratica. La cucina è fatica ma è anche soddisfazione.
D: Il piatto che ce più non riesci a fare?
R: Non amo molto fare le trippe.
D: Quello del cuore?
R: Le lasagne mi ricordano la domenica con la famiglia tutta a tavola e momenti felici.
D: Siamo prossimi al San Valentino ci daresti una ricetta rigorosamente per una serata a due
R: Come ricetta vi consiglio un risotto con Champagne e melograno.

La nostra amica la potete anche seguire sui profili social e web cosi da rimanere sempre in contatto

https://www.instagram.com/gabriellagasparinireal/

https://www.facebook.com/gabriellagasparini.it/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *